API application programming interface . Providing convenient coding and development technologies and interaction web.

API – Definizione

Di fronte a problemi di importazione o sincronizzazione dei dati, gli sviluppatori hanno dovuto cercare un modo per far comunicare i software tra loro. L’API o interfaccia di programmazione è una delle soluzioni inventate. Ecco una panoramica di questa tecnologia cara ai programmatori.

API o interfaccia di programmazione dell’applicazione

Nel dettaglio nei corsi di informatica, un’API si riferisce a un’interfaccia di programmazione dell’applicazione. Affronta problemi specifici per utenti finali specifici. Che si tratti del grande pubblico o di un circolo ristretto, l’API consente ai software di comunicare e interagire tra loro. Si scambiano dati e i loro servizi diventano addirittura complementari. Per l’utente un’API si definisce anche come un insieme di funzionalità che offrono la possibilità di formulare richieste specifiche.

Come funzionano queste interfacce

Un’API ha lo scopo di fornire l’accesso a dati o funzionalità che si trovano in remoto. L’utente non ha l’applicazione nel suo terminale, ma l’interfaccia di programmazione lo porta al comando corretto. Questa comunicazione diventa possibile grazie ad un linguaggio informatico universale. Ti consente di richiedere azioni o avere file. Il sistema si basa su un server centralizzato.

Sono possibili diverse configurazioni

Le interfacce di programmazione delle applicazioni formano una grande famiglia con molte ramificazioni. Detto questo, ci sono 3 categorie che li separano. L’API aperta è accessibile a chiunque sappia come farlo. Poi c’è l’API partner che richiede una licenza all’editore o diritti specifici. Una forma privata al 100% dell’interfaccia di programmazione dell’applicazione è comunemente utilizzata anche nelle aziende per esigenze interne.

A lire également  Definizione: Kubernetes

Motivi per sviluppare più API

Un’API consente a un’azienda di avere più funzionalità sul proprio sito Web o sulla propria applicazione dedicata. Questa interfaccia può essere utilizzata anche internamente, soprattutto per le aziende che gestiscono un database di grandi dimensioni con diversi formati di file. In entrambi i casi, terzi accedono ai contenuti e agli ordini. Gli sviluppatori consentono al software di diventare complementare.

Tecnologia già utilizzata quotidianamente

Le campagne pubblicitarie su Internet richiedono un’API. Esempio ben noto, Google AdWords utilizza questa interfaccia per annunci mirati. Anche i sistemi operativi come Windows, Mac OS o server di applicazioni come Apache utilizzano comunemente questa comunicazione tra software. Poi ci sono le soluzioni SaaS Cloud di Salesforce o Microsoft Office 365. È grazie a un’API che le mappe di tipo Maps possono essere integrate in siti di terze parti.

Due varianti di questa invenzione

Il Simple Object Access Protocol o SOAP è la forma più antica di API. Permette la trasmissione dei dati, ma tende a lasciare il posto ad una configurazione più recente. Le interfacce di programmazione delle applicazioni REST sono apprezzate dagli editori di software per la loro flessibilità. La categoria dei Trasferimenti Statali Rappresentativi è emersa grazie ad una maggiore apertura. Ancora più rilevante, anche le API Restful hanno preso il comando da qualche tempo.