boursorama banque

Boursorama ha vinto 3 milioni di abbonati

Rivolgendosi ad una clientela giovane, Boursorama si trova in vetta alla classifica delle banche online con 3 milioni di wallet al suo attivo. Il numero di abbonati di questa filiale digitale al 100% del gruppo Société Générale è aumentato in modo esponenziale con la crisi sanitaria. Tuttavia, la pandemia non ha fatto altro che evidenziare una strategia redditizia che il pure player ha mantenuto fin dalla sua creazione 30 anni fa. Ecco le chiavi del suo successo.

Leadership indiscussa per Boursorama

Mentre i francesi si godono le prime vacanze estive al sole dopo il Covid, lo Staff di Boursorama mobile celebra un evento importante. Il 12 agosto 2021 la banca online ha raggiunto il traguardo di 3 milioni di clienti. Che lo mantiene in testa alla classifica generale. La filiale 100% digitale del gruppo finanziario Société Générale precede l’olandese ING Bank, che conta un milione di abbonati in Francia. Hello e Fortuneo lottano per il terzo posto del podio rispettivamente con 600.000 e 500.000 clienti.

Per coloro che fanno la domanda “Boursorama è una banca”, la risposta è affermativa. L’azienda non si accontenta delle offerte tradizionali o degli investimenti in borsa. L’azienda distribuisce circa trenta prodotti distinti. Offre l’accesso alla Borsa. È anche una compagnia assicurativa. A differenza delle neobank, questo fornitore di servizi è specializzato in crediti immobiliari e credito al consumo. Questa ampia gamma di servizi viene continuamente arricchita con l’obiettivo di raggiungere 4,5 milioni di clienti entro il 2025.

Portafoglio medio in banca di 16.000 euro

La diversificazione delle offerte ha reso la filiale digitale di Société Générale un attore chiave dell’economia digitale per i suoi clienti. Questo stato deriva in parte dalla gamma Boursorama Banque Pro. Detto questo, i restanti 45 miliardi di euro provengono principalmente da privati. Il portafoglio medio per ciascun cliente è stimato in 16.000 euro. A titolo di riferimento, il risparmio finanziario (conti, fondi, azioni) e materiale (gioielli, opere d’arte, ecc.) dei francesi ammonta a 27.600 euro.

La banca online “numero uno” dichiara di aver realizzato un utile netto di 190 milioni di euro nel 2020. Il pure player (100% digitale) conta attualmente 820 dipendenti. I manager si congratulano con loro per aver attirato 370.000 nuovi clienti nella prima metà del 2020. Il 56% di loro ha meno di 30 anni. Ciò significa che sono soprattutto i collaboratori con la prima posizione e con redditi ancora modesti a fare la forza di questa banca online. Poi c’è anche il Sponsorizzazione di Boursorama che piace particolarmente ai giovani lavoratori.

A lire également  Calo del potere d’acquisto: e se il consolidamento del credito fosse la soluzione?

36 anni: l’età media si abbassa per la filiale della Société Générale

La banca virtuale francese ha approfittato della crisi sanitaria. Non c’è motivo di criticarlo per aver continuato a servire i clienti nel pieno della pandemia. In ogni caso, nel 2020 i giovani abbonati hanno aderito in maniera massiccia alla piattaforma finanziaria. L’età media dei titolari del conto è di 36 anni. Questa clientela giovane apprezza l’accessibilità dei prestiti immobiliari. Le piacciono anche i prestiti al consumo semplificati.

L’evoluzione dei crediti eccezionali di Boursorama illustra l’entusiasmo dei giovani per le sue offerte. La crescita dell’azienda in Francia è di circa il 25% annuo. Nel 2020 i prestiti pesavano per 12 miliardi di euro. Anche presso lo specialista del mercato azionario è palpabile la propensione al rischio dei giovani. Con un aumento del 30%, gli investitori azionari si riversano da tutti i ceti sociali alla ricerca di un rendimento migliore. Altrove, i “veterani” preferiscono far crescere i loro risparmi tradizionali.

Da 13 anni la banca più economica sul mercato

Coloro che hanno il gusto del rischio non sono gli unici interessati a Boursorama. Oltre ai commercianti e agli azionisti, sono fedeli all’assemblea anche i risparmiatori comuni. I tassi particolarmente bassi le hanno fatto guadagnare lo status di banca più economica della Francia. Questo titolo puramente onorifico gli è stato assegnato per la tredicesima volta consecutiva nel 2021. Basta inserire “quale carta boursorama scegliere» su Google per avere una vasta gamma di offerte economiche.

In termini di esperienza utente, l’azienda con sede a Boulogne-Billancourt è orgogliosa di aver ottenuto una “A” da una rispettabile agenzia di rating. Il D-Rating gli garantisce questa valutazione esemplare per la prestazione digitale percepita. Ottenere una “A—” rimane difficile con criteri estremamente severi. Circa 70 istituzioni finanziarie hanno gareggiato per il titolo, comprese le neobanche.

Decine di offerte a prezzi “djeun” da Boursorama

offerte del mercato azionario

Pilastri di una crescita continua, nuovi prodotti vengono regolarmente lanciati a Boursorama. A fine 2020, Ultim Metal, la carta premium a 9,90€/mese, sta facendo scalpore tra gli abbonati. Anche Alabri, assicurazione casa da 4 euro al mese, ha sbaragliato la concorrenza. Tuttavia, la clientela giovane ha apprezzato soprattutto The Corner. Questa offerta tutto in uno dà diritto a sconti in 70 negozi partner e fornitori di servizi. Tutti i beneficiari avrebbero risparmiato 2 milioni di euro grazie a questo sistema. Lo sconto medio dei marchi è stato dell’8% con garanzia.

A fine settembre 2021 è nata anche Matla. È un piano di risparmio previdenziale. Comprende l’assicurazione sulla vita anche se il contributo mensile è di soli 150€. Le commissioni di gestione e le altre spese fisse sono limitate all’1% del capitale per ridurre il costo del servizio. Nei prossimi mesi la carta Kador dovrebbe permettere a 320.000 adolescenti dai 12 ai 17 anni di sviluppare il gusto del risparmio e del consumo, come gli adulti. In breve, Boursorama pone il livello un po’ troppo alto per gli altri.