protection virus informatique

Come proteggere efficacemente i tuoi dispositivi connessi?

Da diversi anni non possiamo più fare a meno dei nostri dispositivi connessi. Smartphone, laptop, tablet e perfino smartwatch sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana, e per i geek che siamo è difficile immaginare di farne a meno.

C’è anche da dire che la facilità con cui è possibile ordinare un biglietto del cinema dallo smartphone o addirittura ordinare in pochi minuti un pasto o un nuovo computer non aiuta a ignorare queste nuove tecnologie !

L’importanza di una connessione Internet

Tutti i nostri dispositivi connessi e i prodotti digitali sono connessi a Internet, ora lo sono anche i nostri televisori! Questa modalità “tutti connessi” ci consente di ricevere contenuti di ogni tipo e di accedere a numerose informazioni dal web.

Internet ci garantisce l’accesso a centinaia, se non migliaia, di servizi online necessari per vivere più facilmente in un mondo quasi interamente digitalizzato. Non per niente l’UNESCO intende proteggere l’accesso a Internet come diritto universale e patrimonio mondiale.

Ma chi dice connessione con il mondo intero, inevitabilmente dice esposizione a minacce informatiche. L’accesso alla rete delle reti è un’arma a doppio taglio e l’altro lato della medaglia è che c’è il rischio di vedere i propri dati personali esposti in pieno giorno se non viene messa in atto alcuna sicurezza dei propri dati.

Minacce informatiche

Dalla creazione dei primi computer per il grande pubblico, i virus si sono succeduti abbastanza rapidamente per danneggiare le persone e i loro interessi. È nella natura umana odiare gli altri, senza che ciò sia giustificato.

Esistono varie minacce informatiche nel mondo digitale, come i virus che attaccano i nostri computer per corrompere file di sistema cruciali e renderli inutilizzabili. Spyware, Malware o anche Rasomware sono molto diffusi al giorno d’oggi e questo ci impone, per la nostra sicurezza, di utilizzare software specializzati per proteggerci da essi.

Come proteggere al meglio i nostri dispositivi connessi

All’interno della stessa casa è raro avere un solo dispositivo connesso. Per questo abbiamo realizzato per voi una breve guida che, speriamo, vi aiuterà a garantirne l’utilizzo quotidiano.

  • Utilizza un antivirus per il tuo PC/Mac. Il modo più semplice per proteggere un computer è utilizzare un antivirus. Ce ne sono molti sul mercato e, a parte alcuni (più in generale gli antivirus gratuiti), la stragrande maggioranza è in grado di offrire una protezione efficace per l’uso quotidiano. Una piccola ricerca su Internet ti aiuterà a esplorare le opinioni degli utenti e delle riviste specializzate. Perché sì, la classifica cambia regolarmente soprattutto grazie agli aggiornamenti periodici offerti dagli editori di questo software. Se desideri dare una rapida occhiata al software più efficiente e affidabile in quest’area, qui troverai un elenco di antivirus che consideriamo affidabili e che ti proteggerà efficacemente dalle minacce web quotidiane.
  • Fai attenzione ai pagamenti tramite contatto. Quasi tutti gli smartphone sono dotati di chip NFC (Near Field Communication) che consentono il trasferimento dei dati per contatto. Si tratta di una tecnologia molto pratica per associare rapidamente un auricolare wireless, trasferire dati o pagare per contatto utilizzando le cosiddette applicazioni “sicure”. Sicuro sì, ma con un accorgimento, basta che un distratto avvicini il tuo smartphone con un altro terminale (smartphone o altro dispositivo che consenta di intercettare il raggio di emissione NFC) per intercettare i tuoi dati bancari e rubarti i soldi. Questo cosiddetto metodo MITM è meno comune dato che tutte le applicazioni di pagamento richiedono ormai la conferma tramite autenticazione biometrica o codice 2FA per convalidare un pagamento. Tuttavia, diverse carte bancarie integrano questa tecnologia e il rischio di vedere i propri dati scomparire in natura è ora aumentato. Per proteggere una carta bancaria con pagamento senza contatto, conserva le tue carte in un luogo sicuro, non solo nella tasca posteriore dei pantaloni, ma idealmente in un portafoglio o in un porta carte Faraday, in grado in linea di principio di bloccare le comunicazioni wireless.
  • Avere una password univoca su ciascuno dei tuoi dispositivi. Le password te lo consentono proteggere l’accesso ai nostri account online, ma anche per proteggere i nostri computer, smartphone e dispositivi connessi. È imperativo utilizzare una password univoca su ogni prodotto di tua proprietà che potrebbe contenere dati sensibili (social network, conti bancari, ecc.). La password funge da barriera in caso di furto o smarrimento del dispositivo e lo protegge da persone un po’ troppo curiose. Negli ultimi anni si è assistito alla comparsa delle serrature biometriche (riconoscimento facciale o impronta digitale). Se uno dei tuoi dispositivi ne è dotato, sarebbe una buona idea approfittarne.
  • Abilita l’autenticazione a due fattori (2FA). Questa funzionalità aiuta ad aggiungere un ulteriore livello di protezione ai tuoi account online. Non appena provi a connetterti a un servizio online, ti verrà chiesto un codice 2FA (inviato via SMS o generato da un’applicazione come Google Authenticator o tramite una chiave fisica come quelle di Yubikey) per confermare che sei in buone condizioni. Per la tua sicurezza, l’autenticazione a due fattori è fondamentale al giorno d’oggi.
  • Non utilizzare mai una rete Wi-Fi pubblica e non crittografata. Le reti Wi-Fi non crittografate vengono utilizzate in diversi luoghi, come aeroporti, stazioni ferroviarie, fast food o anche negli spazi pubblici, ecc. Molto pratico per connettersi occasionalmente quando non si ha accesso diretto alla rete 3G/4G/5G, tranne che queste reti non prevedono la crittografia dei dati trasmessi tra il dispositivo e il router Wifi, il che significa che tutti i dati sono in chiaro e possono essere essere facilmente intercettati da un hacker sulla stessa rete. Da evitare, semplicemente.
  • Disattiva Bluetooth e Wi-Fi quando non ti servono. Con tutti i dispositivi wireless che possediamo, a volte dimentichiamo di avere il Wi-Fi o il Bluetooth attivi senza utilizzarli effettivamente. La maggior parte degli smartphone Android disattiva il Wi-Fi dopo un periodo di inattività, ma mantenere il Bluetooth acceso, anche passivamente, è un rischio reale per la tua sicurezza. È una buona idea disattivarli non solo per ridurre il rischio di hacking remoto, ma anche per guadagnare minuti preziosi di durata della batteria.
A lire également  Qualcuno può spiare un cellulare? Come proteggersi