illustration effet de levier

Cos’è la leva finanziaria? Informazioni che devi sapere

Vuoi iniziare a fare trading? Questa è un’area sempre più apprezzata dai privati. Con l’espansione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, il commercio sta diventando sempre più democratizzato. Ma per assicurarsi il successo sul campo è opportuno conoscere alcuni concetti e alcune espressioni specifiche del trading come la leva finanziaria. Cos’è la leva finanziaria del mercato azionario? Quali sono i vantaggi e i rischi? Come usarlo quando sei un principiante? Le righe seguenti fanno il punto.

Cos’è la leva finanziaria nel mercato azionario?

In generale, illeva finanziaria del mercato azionariobroker
Poiché la leva finanziaria del mercato azionario ti consente di moltiplicare i tuoi guadagni, può anche moltiplicarli. Il che aumenta notevolmente i rischi. Va quindi maneggiato con cautela, perché è uno strumento a doppio taglio. Molti prodotti finanziari consentono di utilizzare la leva finanziaria. Ad esempio, potrai utilizzarlo con SRD, Warrant, opzioni binarie, CFD o anche Forex. L’effetto leva è diverso a seconda dei prodotti finanziari. Per l’SRD la leva massima è 5. Mentre per il mercato valutario (Forex), la leva può arrivare fino a 200. Per capire meglio come funziona lo strumento, di seguito un esempio numerico.

Se l’effetto leva autorizzato per un prodotto finanziario è 5, potrai investire 5.000 euro con 1.000 euro di capitale iniziale.

Leva finanziaria: vantaggi e svantaggi

Come visto sopra, la leva finanziaria ti consente di investire un importo superiore al tuo investimento. La maggior parte dei trader utilizza la leva finanziaria per massimizzare i potenziali guadagni. Questo strumento rappresenta un’ottima opportunità per chi dispone di piccoli capitali di avere un portafoglio più ampio. Combinata con una strategia di trading efficace, la leva finanziaria consente di accumulare plusvalenze molto maggiori. Facciamo un esempio concreto per comprendere meglio i vantaggi della leva finanziaria.

A lire également  Esistono tecniche per vincere alla roulette?

Il tuo capitale iniziale è di 1.000 euro. Vuoi investire in un prodotto finanziario che vale 10 euro per azione, con un prezzo che aumenta del 3%. Senza leva finanziaria, i tuoi guadagni sono stimati a 30 centesimi per ogni azione acquistata. Mentre con una leva pari a 100 guadagnerai 30 euro per ogni azione acquistata. Che vale una performance del +300%.

Ma la leva finanziaria dovrebbe essere gestita con cautela. Il suo vantaggio può anche essere considerato il suo svantaggio. Se hai la possibilità di decuplicare i tuoi guadagni, rischi anche di decuplicare le tue perdite. Tutto dipende da rialzo o ribasso delle azioniecco un articolo molto completo pubblicato sul quotidiano le parisien

Come utilizzare la leva finanziaria con attenzione e trarne vantaggio?

La leva finanziaria dovrebbe essere gestita con moderazione. Per limitare i rischi in caso di flessione del mercato, è necessario conoscerne il funzionamento. Inizialmente è consigliabile non optare per una leva finanziaria elevata, soprattutto se si è appena agli inizi. Per i trader, la pazienza è una delle qualità più importanti da avere. Ricordatevi quindi di iniziare lentamente scommettendo piccole somme e optare per una leva finanziaria abbastanza moderata. Questo permette di capire come funziona lo strumento, ma anche il mercato. Successivamente sarà possibile aumentare gli investimenti man mano che ci si sentirà più a proprio agio.

Per avere successo nel campo del trading è importante anche avere supporto. Non esitare a seguire la formazione sul trading per aiutarti a padroneggiare le basi ed evitare le varie insidie. Essere accompagnati permette di limitare i rischi anziché intraprendere l’avventura da soli. Quando desideri utilizzare la leva finanziaria, valuta anche la possibilità di impostare ordini automatici come lo “stop loss”. Ciò ti impedirà di perdere tutto se i prezzi di mercato diminuiscono. Si consiglia inoltre di diversificare il proprio portafoglio e scegliere una leva finanziaria diversa. Abbastanza per ottimizzare la gestione del rischio.