duckduckgo

DUCKDUCKGO: Un motore di ricerca che rispetta la tua privacy

DUCKDUCKGO si distingue dagli altri motori di ricerca sul mercato, questo strumento preserva efficacemente i tuoi dati personali. Ecco tutto quello che devi sapere su questo eccezionale strumento.

Contro ogni aspettativa, i GAFAM approfittano dello spazio che occupano su Internet per raccogliere dati su larga scala. Inoltre, queste aziende non si accontentano più di raccogliere dati sensibili, ma li vendono ai migliori offerenti. Il che costituisce un attacco ai diritti fondamentali degli utenti di Internet.

In questa situazione, sempre più persone cercano di preservare la propria riservatezza mentre navigano liberamente sul Web. È proprio per soddisfare questa esigenza che nasce DuckDuckGo.

DuckDuckGo: Kezako?

Si tratta di un motore di ricerca accessibile dal 2008. Secondo i suoi ideatori, questo strumento non integra alcun modulo di tracciamento. Infatti, non raccoglie alcun cookie e non tenterà di sfruttare i tuoi dati di navigazione o di raccogliere il tuo IP. A tal fine tutti gli utenti mantengono l’anonimato e in linea di principio non possono essere rintracciati.

Quali sono le differenze con gli altri motori di ricerca?

DuckDuckGo ti fornisce semplicemente i risultati delle ricerche che avvii indipendentemente dalle tue abitudini di navigazione. Poiché non raccoglie dati, non è in grado di visualizzare contenuti pubblicitari mirati o collegamenti che potrebbero interessarti.

Pertanto, questo strumento presenta gli stessi risultati a tutti gli utenti di Internet per una determinata query. In questo contesto può succedere che l’elenco delle risposte fornite non sia rilevante. Tuttavia, manterrai sempre la tua riservatezza.

recensione di duckduckgo

In effetti, DuckDuckGo si affida a più di 300 fonti per fornire qualsiasi risultato. L’algoritmo di ricerca DuckDuckBot esegue la scansione continua del Web per indicizzare nuovi contenuti. Quando si consulta un sito tramite la SERP dello strumento, lo strumento non comunica alcuna informazione sull’utente.

Come ogni motore di ricerca, DuckDuckGo utilizza diversi criteri SEO incluso il livello di sicurezza offerto dai siti che visualizza. Il crawler favorirà i portali che utilizzano il protocollo HTTPS, garanzia di sicurezza per gli utenti di Internet.

Perché usare DuckDuckGo?

Questo motore di ricerca sarà perfetto per chiunque desideri preservare i propri dati di navigazione. Infatti, DuckDuckGo è uno dei pochi strumenti di questo tipo che non raccoglie alcuna informazione sulla tua identità o sulle tue preferenze di navigazione. Inoltre, non registra la tua cronologia. Anche se l’azienda venisse sequestrata dai tribunali, le autorità competenti non troverebbero nulla sugli utenti di questo motore di ricerca.

Poiché lo strumento non memorizza cookie o altri dati, ti garantisce una sorta di anonimato. Le frasi che stai cercando non saranno mai conosciute dagli oscuri partner di DuckDuckGo.

Un altro vantaggio! DuckDuckGo è gestito da un’azienda a misura d’uomo. Ciò consente di beneficiare di un’assistenza clienti reattiva e di mantenere una certa vicinanza con i responsabili. Inoltre, l’azienda dietro questo motore di ricerca pubblica regolarmente informazioni su queste attività su Internet. Un’iniziativa che dimostra che l’establishment vuole davvero dimostrare trasparenza.

DuckDuckGo ha qualche difetto?

eliminare un account Gmail
Inoltre, tieni presente che DuckDuckGo detiene una quota di mercato inferiore all’1%. I motori di ricerca meno conosciuti come Ask, Yandex o Baidu registrano più utenti di DDG. Un handicap significativo poiché il team non è quindi in grado di sviluppare nuove funzionalità a causa delle limitate risorse a disposizione.

duckduckgo in francese

A questo proposito gli sviluppatori spesso si limitano ad importare funzioni presenti su Google. A volte i tecnici lo fanno in modo goffo. Questo tipo di esperimento potrebbe infine spingere gli utenti di Internet a rivolgersi a Google.

Come usare DuckDuckGo?

DuckDuckGo è accessibile sulla maggior parte dei browser. Puoi anche utilizzare un’app mobile o un’estensione per Chrome e Mozilla Firefox. In questo secondo caso ti basterà aggiungere l’estensione al tuo browser. Gli utenti Tor scopriranno inoltre che DuckDuckGo è il motore di ricerca suggerito da questo browser piuttosto particolare.

duckduckgo firefox

Da un aggiornamento nel 2019, Chromium ha integrato opzioni di ricerca nel suo browser in più di 60 paesi. Puoi anche utilizzare DuckDuckGo attraverso queste nuove opzioni.

I francesi hanno anche la fortuna di poter utilizzare Qwant, un’alternativa a DuckDuckGo. Sebbene Google ne sia l’ideatore, questo motore di ricerca è una risposta ai numerosi feedback ricevuti in merito alla sua politica di gestione dei dati. Grazie a Qwant, il colosso americano intende soddisfare le nuove esigenze dei consumatori. La riservatezza degli utenti è stata posta al centro di tutte le preoccupazioni.

DuckDuckGo: presto acquisito da Apple?

Secondo Toni Sacconaghi, noto analista, l’acquisizione di DuckDuckGo potrebbe aiutare Apple a competere meglio con Google. Avere un proprio motore di ricerca consentirà al marchio Apple di ricavare succose entrate pubblicitarie dai suoi dispositivi.

Scarica duckduckgo

Attualmente, Apple intasca circa 10 miliardi di dollari all’anno per mantenere Google il motore di ricerca predefinito per iPhone e iPad. Allo stesso tempo, l’accordo consente a Google di generare più di 15 miliardi di dollari. Un deficit di 5 miliardi che Apple potrebbe incassare avendo un proprio motore di ricerca.

Secondo gli esperti, l’acquisizione di DuckDucKGo costerà ad Apple 1 miliardo di dollari. Ciò consentirebbe di generare introiti pubblicitari e, se necessario, di rinegoziare i termini del contratto tra quest’ultima e Google.

Ad oggi Apple non sembra aver deciso di intraprendere questa strada. Detto questo, nessuno sa se siano già in corso trattative tra DuckDuckGo e Apple. Il tempo dirà se uno scenario del genere si verificherà.

DuckDuckGo: e se il motore raccogliesse ancora i tuoi preziosi dati?

Nonostante i valori su cui si basa DuckDuckGo, Cowreth, un hacker etico, ha denunciato la politica sui dati del motore di ricerca nel luglio 2020. Questo specialista ha annunciato su GitHub che DDG raccoglie informazioni all’insaputa degli utenti. Riguardano in particolare la cronologia di navigazione.

A lire également  Alibaba vittima di una colossale fuga di dati

Sempre secondo Cowreth, DuckDuckGo raccoglie la cronologia di navigazione degli utenti della sua applicazione mobile per Android. Gli indirizzi visitati sono attentamente elencati. Queste informazioni dovrebbero consentire all’azienda di comprendere il profilo degli utenti Internet. Tuttavia, questi dati consentono anche di identificare l’IP delle persone interessate.

pro e contro di duckduckgo

A seguito di queste rivelazioni, Gabriel Weinberg, CEO e fondatore di DuckDuckGo, è intervenuto sottolineando di non essere a conoscenza di questa pratica. Il team di sviluppo è impegnato a risolvere questo difetto. I tecnici prevedono in particolare di memorizzare questi dati localmente nello smartphone dell’utente.

DuckDuckGo è un motore di ricerca che protegge i tuoi dati.

DuckDuckGo è un motore di ricerca che dà priorità alla sicurezza dei dati.

Scopri tutto ciò che devi sapere su Google, comprese le sue funzionalità, i vantaggi, le differenze rispetto a Google e come utilizzarlo…

Negli ultimi anni sono emerse le discutibili tattiche di raccolta dati dei giganti di Internet.

Società web come Facebook e Google vendono i dati personali dei propri utenti per scopi pubblicitari e non hanno paura di utilizzare tecniche nefande per raccogliere sempre più dati.

In questa situazione, un numero crescente di utenti Internet in tutto il mondo sono alla ricerca di opzioni che consentano loro di continuare a utilizzare il Web senza mettere a repentaglio la propria privacy.

Questo è il motivo per cui il motore di ricerca DuckDuckGo sta guadagnando popolarità.

Cos’è DuckDuckGo e cosa fa?

DuckDuckGo è un motore di ricerca apparso nel 2008.

Secondo i suoi ideatori è il “motore di ricerca che non ti traccia”. Ciò significa che questo motore web non monitora gli utenti che utilizzano i cookie né raccoglie informazioni personali sulle persone che lo utilizzano.

Anche gli indirizzi IP degli utenti sono mascherati.

Quali sono le differenze tra DuckDuckGo, Google e altri motori di ricerca?

DuckDuckGo differisce da Google e da altri motori di ricerca in diversi modi.

Per cominciare, non registra gli indirizzi IP dei suoi utenti. Raccoglie solo informazioni sulle parole chiave e non raccoglie alcun dato dell’utente.

Invece di filtrare e personalizzare i risultati in base alla cronologia degli utenti, come fa Google, DuckDuckGo mostra deliberatamente gli stessi risultati a tutti gli utenti per la stessa frase.

Di conseguenza, i risultati sono meno significativi, ma la riservatezza viene preservata.

I suoi dati provengono da più di 400 fonti, tra cui Bing, Wolfram Alpha, Wikipedia, Yahoo! e il suo crawler, DuckDuckBot.

Inoltre, questo motore di ricerca non condivide le parole chiave che gli utenti inseriscono con i siti Web visitati come risultato delle loro ricerche. I cookie vengono utilizzati solo quando assolutamente necessari. Inoltre, DuckDuckGo preferisce le pagine Web crittografate con HTTPS rispetto alle versioni non crittografate. Infine, DuckDuckGo è interamente basato su tecnologie e iniziative open source.

DuckDuckGo: i suoi vantaggi rispetto ad altri motori di ricerca

motore di ricerca duckduckgo

Alla luce dei dettagli sopra riportati, i vantaggi di DuckDuckGo per gli utenti Internet sono numerosi.

Per cominciare, questo motore di ricerca protegge la tua privacy non memorizzando la cronologia delle ricerche. Anche se la polizia richiedesse dati a DuckDuckGo, la società non sarà in grado di fornirli.

Sapendo che i siti web che visiti utilizzando questo motore di ricerca non ricevono alcuna informazione sulle frasi che ti hanno inviato lì, non dovrai preoccuparti che i tuoi termini di ricerca vengano rivelati.

Inoltre, poiché DuckDuckGo è creato da un piccolo team di meno di 50 persone, puoi connetterti direttamente con i suoi fondatori e dire loro i tuoi pensieri e le tue idee.

Infine, rendiamo omaggio all’onestà dell’azienda, poiché tutte le informazioni sono pubblicate sul suo sito ufficiale.

Duckduckgo: quali sono i suoi difetti?

DuckDuckGo, sfortunatamente, non è privo di problemi. Innanzitutto, questo motore di ricerca è molto meno potente di Google.

Ciò non sorprende, dato che i suoi sviluppatori non hanno e non avranno mai le stesse risorse del colosso di Mountain View.

Inoltre, questo motore di ricerca rappresenta solo una piccola parte del mercato.

Nel 2017, “DDG” deteneva lo 0,22% della quota di mercato globale, dietro ad Ask, Yandex e persino Baidu.

Tuttavia, continua a crescere rapidamente anno dopo anno.

L’ultimo difetto di DuckDuckGo è che la maggior parte delle sue funzionalità sono direttamente ispirate e tentano di replicare Google. Altrimenti, nel contesto della privacy, andare contro. Infatti, in termini di innovazione, questo motore di ricerca rimarrà sempre indietro rispetto a “Big G”…

Come utilizzo DuckDuckGo?

Per ora DuckDuckGo non dispone di un proprio browser, come fa Google con Chrome e Mozilla con Firefox.

L’azienda fornisce solo un’app mobile e un plug-in del browser. Per utilizzare DuckDuckGo, aggiungi semplicemente questa estensione al tuo browser online predefinito.

Un’altra opzione per navigare in Internet è il software Tor, che utilizza DuckDuckGo come motore di ricerca predefinito.

DuckDuckGo è stato aggiunto come opzione del motore di ricerca in Google Chrome.

duckduckgo

Google ha aggiunto molte opzioni per i motori di ricerca al suo browser Chrome in oltre 60 paesi da marzo 2019, con l’aggiornamento Chromium 73.

DuckDuckGo è una di queste nuove possibilità.

Inoltre, gli utenti francesi possono utilizzare Qwant, l’equivalente francese di DuckDuckGo.

Per Google, questo è un metodo per affrontare la miriade di problemi di privacy e protezione dei dati sollevati contro Chrome.

È anche un modo per rimanere aggiornati sulle tendenze e sulle preferenze dei clienti, poiché i motori di ricerca “privati” diventano sempre più importanti.

Qwant, invece, continua a consigliare Mozilla Firefox o Brave come browser web…

DuckDuckGo sarà presto acquisito da Apple?

app di redenzione duckduckgo

Secondo Toni Sacconaghi, analista di Bernstein, l’acquisizione di DuckDuckGo da parte di Apple potrebbe essere una saggia mossa strategica.

In particolare, ciò potrebbe consentire ad Apple di esercitare pressioni sul rivale Google e di raccogliere ingenti fondi pubblicitari.

Google attualmente paga ad Apple quasi 10 miliardi di dollari per diventare il motore di ricerca predefinito su iPhone e iPad, ma genera circa 15 miliardi di dollari dagli utenti iOS che utilizzano il suo motore di ricerca.

Secondo l’esperto, Apple dovrebbe pagare circa 1 miliardo di dollari per DuckDuckGo.

Ciò non solo gli consentirebbe di ricevere la sua quota di entrate pubblicitarie, ma eserciterebbe anche pressioni su Google affinché modifichi i termini dell’accordo a suo favore. Tuttavia, per ora, questa è semplicemente la raccomandazione strategica di un analista.

Non è sicuro che Apple terrà conto di questo consiglio e che DuckDuckGo verrà modificato in caso di acquisizione…

DuckDuckGo è accusato di aver raccolto la cronologia degli utenti da un hacker etico.

schermata duckduckgo

È una rivelazione deprimente, per usare un eufemismo.

Cowreth, un hacker etico, ha affermato su GitHub all’inizio di luglio 2020 che DuckDuckGo poteva archiviare la cronologia di navigazione degli utenti a loro insaputa.

Secondo quanto affermato, l’app mobile per Android filtra le informazioni di navigazione degli utenti sui server di DuckDuckGo.

Vengono raccolte tutte le informazioni sulle visite del dominio dell’utente.

Queste informazioni potrebbero potenzialmente consentire all’azienda di sviluppare un profilo utente basato sui suoi interessi.

Può anche determinare gli indirizzi IP utilizzati per accedere alle pagine.

In seguito alla valanga di critiche, il CEO e creatore di DuckDuckGo Gabriel Weinberg ha affermato di non essere a conoscenza del problema. Questo problema verrà risolto memorizzando le “favicon” localmente sullo smartphone dell’utente…