Catering service. Modern food or appetizer for events and celebrations.

La ripresa economica negli eventi successivi all’epidemia di Covid-19

Molti settori sono stati colpiti dall’epidemia di Covid-19. Nel campo degli eventi sono state colpite quasi tutte le operazioni. Fortunatamente, la situazione sanitaria è ora più clemente e i servizi per gli eventi stanno riprendendo con l’abolizione delle restrizioni.

Matrimonio e suono: fitto programma per il 2022

A causa dell’epidemia di Covid-19, l’anno 2020 è stato caratterizzato dall’annullamento degli eventi legati ai raduni festivi. Molto colpiti sono stati i settori della musica, dei festival, dei matrimoni e della ristorazione. Ma oggi le attività riprendono.

Dall’inizio del 2022 le attività sono riprese. Matrimoni, discoteche, ristoranti, affittacamere, impianto audio e intrattenimento, dj per il mio matrimonio e ovunque in Francia, il settore degli eventi riprende colore. Se parliamo solo di matrimoni annullati, possiamo dire che sono tanti. Ma oggi non esistono più restrizioni sanitarie o limitazioni al numero di persone presenti in caso di assembramento pubblico. Anche grazie ai matrimoni rinviati, l’agenda per il 2022 è completa per molti ristoratori e organizzatori di feste. E poiché la stagione è già iniziata, è arrivato il momento della ripresa economica per il settore degli eventi.

Un fondo di garanzia per risarcire i fornitori di servizi in caso di cancellazioni di massa

Nonostante un anno vuoto nel 2020, i professionisti degli eventi sono ora pronti a riportare in vita i loro concetti. Inoltre, la relazione sul settore eventi pubblicata dai parlamentari prevede l’istituzione di un’organizzazione interministeriale. In questo rapporto, una proposta in particolare ha attirato l’attenzione dell’UNIMEV o dell’Unione francese dei mestieri degli eventi. Una soluzione che si allinea perfettamente con le iniziative previste dal Libro Bianco UNIMEV. A ciò si aggiunge la creazione di un fondo di garanzia che fungerà da risarcimento per le perdite a seguito delle cancellazioni di massa causate dalla pandemia.

A lire également  Gioco d'azzardo: i circoli di gioco piacciono a tutti a Parigi

Queste iniziative permetteranno ai professionisti degli eventi di riprendere con più serenità le proprie attività dopo questo periodo difficile.

Quale futuro per il settore della ristorazione post Covid-19?

Nel settore della ristorazione molte sfide sono state poste dal Covid-19. Il periodo di confinamento ha infatti costretto i ristoratori a ripensare le proprie attività. Di fronte a ciò, abbiamo assistito a molti cambiamenti: menu rivisti e corretti, personale formato sui rischi per la salute e consegne a domicilio, tra gli altri.

Oggi, gli stabilimenti di tutto il mondo hanno riaperto le loro porte. Il settore della ristorazione deve ancora affrontare alcune sfide. Ma in ogni caso la pandemia ha accelerato i cambiamenti nel settore della ristorazione. Ciò ha consentito ai ristoratori di inventare nuovi modi di servire i propri clienti, ma anche di modificare il comportamento dei consumatori di fronte ai persistenti rischi per la salute.

Riapertura delle discoteche dal 16 febbraio 2022

Dal 16 febbraio 2022 le discoteche hanno potuto riaprire i battenti. Ciò non ha altro significato che la revoca delle restrizioni sanitarie. I festaioli e gli appassionati della vita notturna potranno godersi la riapertura delle discoteche in tutta tranquillità.

Sul fronte economico, a pochi giorni dall’inizio della stagione estiva, migliaia di posti di lavoro stagionali sono disponibili nei locali notturni. E i professionisti del settore sperano con impazienza di ricostituire i propri clienti. Nel caso di Tolosa, ad esempio, la frequentazione delle discoteche è tornata allo stesso livello pre-Covid.