logo microsoft power bi

Microsoft Power BI: 12 case study che spiegano il successo di questa soluzione di analisi dei dati

La BI self-service sta diventando sempre più popolare tra le aziende lungimiranti, consentendo agli utenti di ricevere informazioni aziendali aggiornate in formati grafici, on-demand, con poco o nessun intervento IT.

Dal rilascio di Microsoft Power BI, le aziende di tutto il mondo si sono rivolte a questo servizio basato su cloud per strumenti di business intelligence self-service che consentono agli utenti di analizzare, visualizzare e condividere dati utilizzando il foglio di calcolo di Microsoft Excel.

Ecco 12 storie di successo di Microsoft Power BI.

Meijer aumenta la redditività con l’analisi dei dati

Meijer, una delle più grandi aziende private degli Stati Uniti, era diventata dipendente dal suo gruppo IT per imparare dai suoi dati. Era necessario sviluppare un ambiente BI più autonomo per aumentare l’agilità.

“Ovunque vada, la domanda di BI è sempre maggiore dell’offerta”, afferma Marilyn Richards, responsabile della business intelligence e della collaborazione presso Meijer.

“E non sempre le persone hanno il tempo di aspettare che l’IT crei ogni report.”

Inoltre, non erano in grado di eseguire analisi ad hoc al volo. Dobbiamo fornire report significativi e tempestivi ai clienti aziendali in modo che possano rispondere in modo rapido e appropriato.” Meijer ha integrato Power BI con un cubo SQL Server Analysis Services locale contenente 20 miliardi di righe di dati aggiornati quasi in tempo reale con l’aiuto di Microsoft L’ovvietà dei partner BI.

“I team possono inserire i dati di cui hanno bisogno e porre le proprie domande con Power BI e SQL Server Analysis Services, invece di dover progettare una soluzione che soddisfi ogni query”, afferma Joseph Openshaw, responsabile IT della business intelligence presso Meijer.

I team di Fort Worth monitorano il successo del programma

I Boys & Girls Clubs di Greater Fort Worth, Texas, avevano bisogno di un modo per monitorare il successo dei loro programmi e dei loro partecipanti. Tuttavia, l’incapacità dell’organizzazione di ottenere una prospettiva olistica dei dati relativi a ciascun bambino è stata ostacolata da fonti e sistemi di dati vecchi e separati. La maggior parte di queste informazioni erano contenute in rapporti mensili in formato PDF.

“Avevamo bisogno di una visione più dinamica, sia per supportare le nostre decisioni sia per trasmettere i nostri risultati al nostro consiglio di amministrazione e ai donatori”, afferma Daphne Barlow Stigliano, CEO del Boys & Girls Club di Greater Fort Worth.

“Per noi è fondamentale essere in grado di valutare i modelli di partecipazione per prevedere i risultati futuri di questi bambini e sapere se i nostri programmi funzionano bene”, aggiunge.

“Dovevamo essere in grado di porre domande più sfumate e convincenti sui nostri dati e ottenere risposte più sfumate e convincenti.”

Doyenne360, un integratore di sistemi, ha aiutato l’associazione a sviluppare un sistema che utilizza Hub eventi di Azure per riconoscere nuovi file PDF e convertirli in formato CSV (valori separati da virgole), che Analisi di flusso di Azure inserisce quindi nelle tabelle dashboard dinamici creati con Power BI.

I dati e le persone possono ora essere confrontati con riferimenti incrociati da parte dell’organizzazione no-profit.

Lo zoo di Dallas utilizza i dati per prendersi cura meglio degli elefanti

Non molto tempo fa, monitorare da vicino il comportamento e il posizionamento degli elefanti nella mostra “Giganti della savana” di cinque acri dello zoo di Dallas era un’impresa difficile. I dipendenti dello zoo hanno utilizzato videocamere e l’osservazione diretta. Nel 2013, lo zoo ha installato “braccialetti alla caviglia” RFID per gli elefanti, che fornivano dati sulla posizione di ciascun elefante – con un’approssimazione di un metro – nonché sulla distanza e la velocità in cui ogni elefante si muoveva. Questi nuovi dati sono stati utili, ma la loro gestione è rimasta difficile. Il software dello zoo poteva elaborare solo 15 giorni di dati alla volta e la maggior parte dei dati era su fogli di calcolo.

Non è stato possibile analizzare i dati a lungo termine, come i cambiamenti nel comportamento degli elefanti con l’età. L’integrazione di altri dati, come le variazioni meteorologiche e le fluttuazioni nella frequentazione dello zoo, è stata particolarmente difficile. La tecnologia RFID dello zoo è stata poi migliorata nel 2015 dal Microsoft Solutions Partner US Medical IT, che ha fornito un data warehouse basato su Microsoft SQL Server 2016 e ospitato su Microsoft Azure.

Il data warehouse sincronizza i dati giornalieri dall’RFID e li collega ad altre cinque origini dati, che vengono poi rese disponibili ai servizi di analisi e reporting di Power BI. Lo zoo ora può raccogliere e analizzare dati per molti anni e i chioschi di visualizzazione possono mostrare ai visitatori la posizione specifica di ciascun elefante. Lo zoo è ora interessato a come questi metodi possano essere applicati ad altri animali, e altre istituzioni stanno chiedendo a Nancy Scott, coordinatrice della scienza del comportamento degli elefanti presso lo zoo di Dallas, come possano essere adattati alle loro organizzazioni.

“La soluzione RFID e Microsoft ha il potenziale per migliorare significativamente la qualità della vita e le cure che possiamo fornire agli animali in tutto il mondo”, afferma Nancy Scott.

“È anche uno strumento fantastico per raccontare la storia degli elefanti di cui oggi gli esseri umani si prendono cura”.

Il Real Madrid analizza i dati dei social media per personalizzare le sue campagne di marketing

Il Real Madrid è la franchigia sportiva più popolare al mondo, con 450 milioni di tifosi in tutto il mondo. La maggior parte dei tifosi del club vive fuori dalla Spagna e non può assistere alle partite allo stadio. Il Real Madrid aveva bisogno di un sistema che consentisse loro di raccogliere e analizzare i dati sui propri tifosi tenendo conto dei servizi digitali.

“Volevamo interagire con tutte le persone che sostengono il Real Madrid nel mondo”, spiega José ngel Sánchez, CEO del Real Madrid.

È essenziale comprenderli e imparare da loro, perché il club alla fine appartiene a loro”.

Il Real Madrid ha collaborato con Microsoft Services per sviluppare una soluzione platform-as-a-service basata su Microsoft Cloud e Office 365.

Include una piattaforma di coinvolgimento dei fan, un’ampia piattaforma video e un’app consumer, che generano tutti dati di telemetria a cui è possibile accedere tramite Power BI.

“Con la soluzione Microsoft, possiamo sviluppare un’interazione individuale con i tifosi di tutto il mondo, collegando questa vasta comunità di persone e rendendo l’esperienza di essere un tifoso del Real Madrid molto migliore”, spiega Sánchez.

ABB Italia accelera la creazione di report BI personalizzati

ABB Italia, una filiale di ABB, necessitava di un’applicazione BI all’avanguardia per fornire analisi di mercato approfondite e report visivi per l’industria manifatturiera della regione. Per prima cosa ha ideato la sua risposta. Accedere ai report esistenti era semplice, ma la creazione di nuovi report richiedeva un collegamento IT con il fornitore IT esterno dell’azienda. Questa procedura potrebbe richiedere fino a quattro settimane.

“I nostri utenti sono più a loro agio con la tecnologia rispetto a qualche anno fa”, spiega Massimiliano Cimnaghi, responsabile IT di ABB Italia.

“Utilizzano telefoni cellulari e fanno acquisti su siti Web e si aspettano che gli strumenti che utilizzano al lavoro, inclusa la BI, siano facili da comprendere e utilizzare quanto le loro tecnologie personali.”

ABB ha implementato Power BI, liberando risorse IT, riducendo la dipendenza da fornitori esterni e consentendo agli esperti di marketing e agli utenti aziendali di interrogare set di dati interni ed esterni e creare report più approfonditi. ABB Italia ora può fornire report personalizzati in poche ore.

“In precedenza, ci penseresti due volte prima di acquistare un report personalizzato e potresti non farlo”, afferma Alessandra Gilberti, responsabile BI di ABB Italia.

“Se hai una domanda, ora puoi utilizzare Power BI per ottenere una risposta.”

Non ci sono ostacoli tra te e l’analisi che vuoi fare.”

Carnegie Mellon riduce il consumo energetico

La Carnegie Mellon University (CMU), fondata nel 1900, è un istituto di ricerca leader con sette scuole e college riconosciuti a livello internazionale. La CMU mirava a gestire l’energia in modo più efficiente in edifici enormi e in più siti.

A lire également  MicroStrategy: tutto quello che devi sapere sulla piattaforma di business intelligence basata sul cloud

Il Robert L. Preger Intelligent Workplace presso il Center for Building Performance and Diagnostics della Facoltà di Architettura della CMU, ad esempio, è un laboratorio di 7.000 piedi quadrati dotato di più di dieci sistemi di raccolta e controllo dati, nonché centinaia di sensori e attuatori che controllano funzioni quali riscaldamento e raffreddamento, illuminazione, ventilazione, presa di carica e sicurezza. I dati di ciascun sistema sono stati raccolti in modo indipendente per l’analisi, che richiedeva molto tempo e forniva informazioni limitate sulle prestazioni del sistema.

OSIsoft, un partner CMU, ha sviluppato il sistema PI, una soluzione basata su Power BI che ha consentito di monitorare il consumo energetico nel tempo, per categoria, per edificio e altro ancora. Power Query, domande e risposte e Power Maps vengono utilizzati nella soluzione per porre domande sui dati e ricevere risposte immediate, nonché per presentare il consumo energetico sotto forma di mappe. La CMU ha concesso l’accesso ai dati a diversi dipendenti universitari. Rendendo i dati più accessibili, l’istituto è riuscito a scoprire apparecchiature difettose e a ridurre di un terzo il consumo energetico nel proprio laboratorio.

Condé Nast riduce le attività di reporting ridondanti

Condé Nast, una società di media globale, aveva bisogno di una migliore visibilità sulle prestazioni dei suoi 20 marchi leader del settore della stampa e dei media digitali, ma aveva difficoltà a riunire dati provenienti da fonti disparate. Inoltre, ha spesso ricevuto richieste ridondanti da parte dei team di vendita e di redazione.

“Poiché abbiamo più marchi, riceviamo molte richieste per gli stessi dati”, afferma Cara Weiss, direttore senior dell’analisi di marketing di Condé Nast.

“C’è anche un sacco di avanti e indietro con una singola richiesta, perché potrebbero essere necessarie quattro o cinque revisioni prima che realizzino la storia che vogliono raccontare.”

L’organizzazione ha creato una soluzione basata su Power BI che fornisce approfondimenti multipiattaforma sui dati provenienti da numerose origini e partner. L’approccio self-service di Power BI ha ridotto i “tempi di risposta” di Condé Nast decentralizzando la fornitura di informazioni gestite centralmente e aumentando l’agilità aziendale. L’azienda ha ridotto del 30% le sue responsabilità di reporting non necessarie.

“Power BI è una soluzione al problema della ‘seconda domanda’ che stiamo riscontrando sempre più”, afferma Justin Glatz, responsabile dei sistemi aziendali e di gestione presso Condé Nast.

“Mentre molti altri sistemi di BI rispondono bene alla prima domanda, è quasi impossibile dare seguito.”

Power BI, invece, sembra essere stato progettato da zero per rispondere rapidamente alla catena di richieste che si presentano dopo la query iniziale.”

Enlighten Designs aiuta i clienti a sbloccare i propri dati

Enlighten Designs, sviluppatore di applicazioni e integratore di sistemi con sede in Nuova Zelanda, vuole garantire che tutti i suoi clienti, comprese le piccole imprese e le scuole, possano beneficiare degli strumenti di BI.

“I nostri clienti vogliono prendere decisioni organizzative sulla base dei propri dati, non solo ricavarne informazioni dettagliate”, afferma Damon Kelly, CEO di Enlighten Designs.

“I nostri clienti desiderano sbloccare le informazioni in modo da consentire agli utenti aziendali di porre domande e ottenere risposte senza dover attendere che l’IT prepari un report.”

L’azienda aiuta i clienti a implementare Microsoft Power BI con Microsoft Excel 2013 per sbloccare i dati e offrire ai clienti funzionalità di esplorazione e analisi dei dati che possono utilizzare con strumenti familiari. Ciò offre ai clienti una soluzione basata su cloud che le persone a tutti i livelli dell’azienda possono utilizzare facilmente. Il Waikato Institute of Technology (Wintec) sta già utilizzando queste tecnologie per individuare gli studenti che stanno fallendo e che stanno per abbandonare gli studi. Può tenere traccia delle tendenze dell’intera popolazione studentesca cercando al tempo stesso di individuare e supportare studenti specifici.

microsoft power bi pc

Il giubbotto Helse raccoglie, visualizza e condivide dati medici.

Helse Vest, l’autorità sanitaria regionale norvegese, gestisce 50 strutture sanitarie (di cui 10 ospedali). Agli ospedali Helse Vest è stato ordinato di raccogliere, visualizzare e condividere dati medici come parte del recente sforzo nazionale per la sicurezza dei pazienti volto a sviluppare misure di qualità e requisiti di reporting per tutti i team di assistenza e tutti gli ospedali.

Per fare ciò, ciascuno dei dieci ospedali ha dovuto integrare i dati di tutte le strutture della propria regione per l’analisi: uno sforzo considerevole dato che nessuno forniva una tecnica semplice per combinare e visualizzare i dati. Helse Vest ha ridotto i tempi di reporting da 14 giorni a meno di un giorno distribuendo Power BI per aggregare dati e creare analisi. I dipendenti possono ora rivedere e visualizzare i dati di molti ospedali della zona utilizzando questo servizio.

“I nostri dati medici possono ora essere visualizzati in modo molto più rapido e semplice rispetto a prima.”

“Il nostro reporting è più attivo e completo di qualsiasi cosa abbiamo visto prima”, afferma Anund Rannestad, responsabile dell’innovazione presso l’Ospedale universitario di Stavanger, il secondo ospedale più grande del sistema.

Ad esempio, Helse Vest ora può accedere alle statistiche operative integrate, consentendole di analizzare le tendenze nelle liste di controllo delle operazioni da più strutture nella regione.

“Ora disponiamo di dati in tempo reale, il che significa che disponiamo di dati metrici aggiornati per i dipendenti di ciascun ospedale”, afferma Rannestad.

“Riteniamo che ciò avrà un’influenza positiva e sostanziale sulle misure di sicurezza dei pazienti, poiché ci consentirà di rispondere a questi parametri molto prima, mentre le misure sono ancora valide per il personale”.

MediaCom aumenta la produttività e ottimizza le campagne pubblicitarie

Per migliorare le prestazioni e la spesa, l’agenzia pubblicitaria internazionale MediaCom ha cercato di monitorare lo stato delle campagne pubblicitarie generate. Doveva compilare i risultati in un unico punteggio composito entro poche ore. Tuttavia, si è trovata ad affrontare sistemi separati, una miriade di fonti dati di terze parti e strumenti di BI costosi e complessi. MediaCom ha utilizzato Microsoft e Power BI per creare un “controllo dello stato” in grado di catturare rapidamente i numerosi elementi di una campagna di marketing multipiattaforma, aumentando la produttività del 10% e guadagnando centinaia di milioni di dollari per ogni campagna.

“Power BI avrà un impatto significativo sul modo in cui gestiamo le prestazioni delle campagne”, afferma Lowell Simpson, CIO di MediaCom.

“Poiché le campagne digitali si evolvono molto più rapidamente rispetto alla pubblicità tradizionale, avere la capacità di ottimizzare quotidianamente tutti i canali rappresenta un enorme vantaggio.”

North Tees utilizza la business intelligence per migliorare i risultati clinici

Per molti anni, il North Tees and Hartlepool National Health Services Foundation Trust ha fatto affidamento su un sistema di intelligenza clinica Ascribe installato in loco per monitorare l’uso clinico dei farmaci, la spesa e l’efficacia del trattamento. Tuttavia, North Tees non è stata in grado di integrare set di dati esterni o di studiare i dati in tempo reale a causa delle limitazioni tecnologiche.

North Tees è stata quindi nominata luogo di test per una serie di strumenti di BI self-service basati su Power BI. Gli sviluppatori hanno preso un estratto di dati da North Tees e lo hanno importato in un modello Power Pivot in un giorno, operazione che in precedenza avrebbe richiesto cinque giorni. North Tees può ora includere set di dati esterni nelle sue analisi, fornire presentazioni più intuitive e coinvolgenti e ridurre i costi.

“Abbiamo potuto capire quali batteri sono resistenti a quali antibiotici in aree diverse e in momenti diversi utilizzando Microsoft Power BI e Ascribe”, afferma il professor Philip Dean, capo del Dipartimento di farmacia e servizi di laboratorio di controllo qualità presso North Tees e Hartlepool National Health Services Trust .

“Potremmo imparare come lo stato socioeconomico influenza la salute della nostra popolazione e i farmaci che assumono”.

“Con questo, non c’è quasi nulla che non possiamo capire meglio.”

L’Università di Oslo analizza i dati sanitari in ore anziché in mesi

Invece di mesi, l’Università di Oslo esamina i dati sanitari in poche ore. L’Ospedale Universitario di Oslo è il più grande ospedale della Scandinavia, formato nel 2010 dalla fusione di quattro ospedali più piccoli.

Per gli studi a livello aziendale è necessario integrare i diversi database ospedalieri. Ad esempio, i due reparti di radiologia utilizzavano diversi tipi di imaging medico a frequenze diverse, rendendo difficile stabilire quale test fosse più tipicamente utilizzato in un ospedale. L’analisi spesso richiedeva l’uso di competenze di programmazione di cui ricercatori e amministratori non disponevano e i report dovevano essere gestiti dal reparto IT.

L’ospedale ha creato una soluzione che raccoglieva dati radiologici dai sistemi del dipartimento utilizzando Power Query. I dati sono stati caricati in un database cloud prima di essere preparati e organizzati in una cartella di lavoro di Excel Power Query inserita in un sito Web di Power BI che può essere utilizzato come sito di collaborazione per gli accademici per condividere le query. I dati radiologici, la cui raccolta e analisi avrebbero richiesto mesi, ora possono essere esaminati e forniti a dirigenti e ricercatori in poche ore grazie all’uso di Power BI.

“È un sogno”, afferma Eli Marie Sager, MD, CEO della clinica di diagnostica e intervento dell’ospedale universitario di Oslo.

“Con Power BI possiamo catturare ciò che accade nei reparti in poche ore anziché in mesi.”