Mitigare il rischio di catastrofi naturali quando si investe in immobili commerciali

Al giorno d’oggi, i rischi legati alle catastrofi naturali stanno diventando sempre più significativi e riguardano molte strutture, siano esse abitazioni private o immobili commerciali. Pertanto, prima di investire in qualsiasi tipo di immobile che possa interessarvi, dovrete tenere conto di queste poche regole che vi permetteranno di mitigare il rischio di calamità naturali, e limitare così i danni legati al vostro investimento.

1. L’ubicazione dell’immobile

Innanzitutto bisognerà prestare particolare attenzione all’ubicazione dell’immobile. Esistono infatti alcune zone particolarmente a rischio di calamità naturali, che dovreste evitare per la sicurezza del vostro investimento. Ad esempio, è meglio evitare di investire in un’area a rischio di inondazioni, sia che l’ubicazione dell’edificio si trovi in ​​prossimità di un fiume, o di qualsiasi altro tipo di specchio d’acqua (compresa la vicinanza alle coste) il cui livello potrebbe aumentare A il riscaldamento globale. Per saperne di più su queste zone a rischio potete rivolgervi al comune interessato, che vi fornirà i documenti necessari.

L’edificio potrebbe trovarsi anche in una zona a rischio frana, aspetto da tenere in considerazione prima di prendere una decisione. Inoltre, alcune regioni potrebbero essere maggiormente colpite da eventi climatici ad alta intensità, come forti piogge o tempeste.

2. Scopri la costruzione della proprietà

Dovrai anche assicurarti di informarti sul metodo di costruzione e sui materiali da costruzione utilizzati nella progettazione della proprietà. Questi materiali devono avere un’elevata resistenza ai rischi climatici, per consentire all’edificio di avere una protezione sufficiente, al fine di limitare eventuali danni. Inoltre, per non aggravare una situazione ecologica già preoccupante, è meglio privilegiare materiali più naturali, così l’impatto è meno dannoso per l’ambiente.

A lire également  CCleaner: software utile o da evitare?

Per una costruzione attenta, eseguita a regola d’arte, nel rispetto delle norme costruttive, dei rischi di calamità naturali e di una progettazione realizzata con materiali naturali, potrete aumentare il valore del vostro investimento immobiliare. Per la valutazione di una casa e del suo valore, o di qualsiasi altro tipo di immobile, è possibile effettuare anche a stima immobiliare gratuita online e senza registrazione, un servizio molto pratico per risparmiare tempo nella stima di un immobile. Per stimare il tuo immobile, il prezzo al m2 può variare in base a diversi criteri, tra cui l’ubicazione, la tipologia dell’immobile, la superficie dell’immobile o anche la sua resistenza al rischio di calamità naturali.

3. Soluzioni preventive da mettere in atto

Per mitigare il rischio di catastrofi naturali quando investi in immobili commerciali, pensa anche alle soluzioni che puoi mettere in atto e che ti permetteranno di ridurre rapidamente i rischi presenti, se al momento non è possibile alcuna altra soluzione. Se ad esempio rami o alberi minacciano di danneggiare la vostra proprietà in caso di temporale o forte raffica di vento, è meglio potare o tagliare preventivamente gli alberi interessati. Esistono poi diverse installazioni che permettono di rinforzare i tetti contro il rischio di temporali, ma anche soluzioni pratiche per proteggersi dal rischio di allagamenti, aumentando l’impermeabilizzazione delle aperture dell’immobile, siano esse porte o finestre.

Soluzioni a cui dobbiamo pensare oggi, per una protezione efficace contro l’aumento del numero dei disastri naturali.