nft

NFT: Cos’è un NFT e come investire, ti diciamo tutto

Sotto il fuoco incrociato dei media, gli NFT o i token non fungibili hanno fatto molto parlare di sé negli ultimi tempi. Alcuni di questi oggetti virtuali al 100% hanno infranto i record di vendita, con creazioni digitali valutate in decine di milioni di dollari. Quindi, se pensi di avere la creatività per farlo Michael Winkelmann alias Beeple o il talento di Elon Musk per i buoni investimenti, questa panoramica è per te.

Gli NFT o i token non fungibili sono creazioni uniche

Basati sulla blockchain, gli NFT costituiscono una tecnologia simile alle valute virtuali. Tuttavia, invece di utilizzare direttamente valori come Bitcoin, dovrai investire in creazioni artistiche. Ispirata alle opere pittoriche, questa nuova forma di investimento si basa su contratti intelligenti dello stesso tipo di quelli della piattaforma Ethereum. Considerati valori sicuri, questi investimenti di nuova generazione interessano vari ambiti del mondo virtuale, in particolare giochi, sviluppo di applicazioni e sport.

Tuttavia, sarebbe saggio chiarire che gli NFT non sono criptovalute in senso stretto. Questi token sono più vicini al denaro reale. Si tratta di token non fungibili, nel senso che esistono in un’unica forma impossibile da riprodurre. A differenza delle banconote, il cui ammontare rimane lo stesso per le unità distribuite su larga scala, gli NFT rimangono unici. Esclusività e creatività danno valore ad ogni opera d’arte digitale.

Questi gettoni rappresentano la criptoarte in tutto il suo splendore

Chiunque voglia dedicarsi alle arti grafiche può provare a creare il proprio NFT. Tuttavia, dovrai trovare una piattaforma tra le tante scelte disponibili. Da questo dipendono il valore dell’opera e la sua popolarità. Noi vi consigliamo di orientarvi verso un cluster che riconosca Ethereum come unica moneta virtuale di riferimento. Infatti, gli NFT vengono generalmente scambiati con criptovaluta prima di passare ad un altro mezzo di valutazione, in questo caso il dollaro USA. Per una buona ragione, è anche una forma di investimento.

Si tratta di arte crittografica di cui puoi rivendicare la paternità. Pertanto, un NFT di tua creazione sarà di tua proprietà. Come per la criptovaluta, non esiste un organismo di regolamentazione come la Banque de France. I diversi attori in campo potranno inventare i propri gettoni senza chiedere l’autorizzazione a nessuno. Hanno anche il diritto di vendere le proprie opere al prezzo che desiderano. A volte sono le richieste degli acquirenti a far aumentare le offerte. Il principio è lo stesso delle carte da collezione, con alcune sfumature.

Prerequisiti per creare il tuo portafoglio digitale

Tutti gli NFT vengono scambiati come criptovalute. Tuttavia, la transazione deve passare attraverso una piattaforma riconosciuta. Quindi, avremmo bisogno anche di un’estensione di tipo Metamask. Quest’ultimo gestisce le diverse componenti di Ethereum. In particolare, consente gli scambi tra diverse applicazioni. Allo stesso tempo, questo portafoglio digitale conserva tutti i token acquistati con Ethereum.

L’installazione di questa estensione è gratuita. D’altro canto, dovrai pagare una commissione per poter acquistare NFT. Puoi pagare questa formalità con una carta di debito Apple Pay. Sono compatibili anche diversi altri metodi di pagamento. In ogni caso occorre prestare attenzione ai fondi impegnati. La vigilanza è richiesta in ogni fase dell’attività. L’utilizzo di una password Metamask diventa essenziale. Oltre alla sicurezza informatica ottimale avrai bisogno anche di una chiave per il portafoglio digitale.

Piattaforme per iniziare

In quanto leader del settore, eToro è soprattutto versatile. Questa piattaforma apre le porte a una moltitudine di mercati, comprese le criptovalute e le borse valori esterne. È un broker online di cui i nuovi investitori possono fidarsi. Ogni trader ha diritto ad una consulenza sulle strategie di investimento. Gli aiuti riguardano anche le modalità per guadagnare soldi veri attraverso la criptoarte, un campo ancora concentrato negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e nei paesi anglofoni. Il sistema eToro è compatibile con i pagamenti PayPal e Skrill.

OpenSea è un’altra piattaforma di fama internazionale con un vasto catalogo di NFT. È specializzato in asset ERC721, ERC1155, Axies e CryptoKitties. L’acquisto e la vendita di NFT su questo mezzo sono negoziati a un prezzo fisso o decrescente. Vengono organizzate anche aste. Nello stesso stile, il sito Crypto.com mette sotto i riflettori la creatività. Molti artisti del mondo della musica, dello sport e della televisione ripongono in lui la loro fiducia.

Altri fornitori da visitare

La piattaforma Foundation applica il proprio principio. Ogni rivendita di NFT gli fa guadagnare 10% del suo valore. Il valore aggiunto va al collezionista. Con AtomicMarket beneficerai del diritto alla liquidazione condivisa. Spiegazione: puoi vendere i tuoi NFT su diversi mercati. D’altra parte, gli specialisti della piattaforma si occupano di verificare le transazioni. A volte mettono nella lista nera raccolte di token discutibili.

Enjin Marketplace è un mercato in cui gli individui possono scambiare liberamente le proprie risorse blockchain. Il posto è frequentato da giocatori accaniti e collezionisti esperti. Questo è anche il caso di Rarible. Questa comunità distribuisce token RARI. Sono essenzialmente creazioni artistico unico. A differenza dei dipinti, questi NFT sono liberamente esposti agli utenti di Internet che affollano il mercato. Se hai bisogno di quella gemma rara, è meglio andare sulla piattaforma SuperRare. Le creazioni sono stampa singola con protezione di crittografia.

Ancora più scelte per prendere una decisione informata

BakerySwap è un mercato automatizzato basato sulla tecnologia Binance Smart Chain. IL il token scambiato su questa piattaforma si chiama Bake. È un hub multifunzionale, che offre diversi servizi finanziari liberi dalle banche. Ancora un’altra scelta, Myth Market è un centro acquisti per carte da collezione digitali. I marchi NFT come GPK, GoPepe, Heroes gli sono fedeli.

Sulla stessa linea, anche Known Origin dispone di token scambiabili esclusivamente contro Ethereum. Inviagli semplicemente la tua creazione in formato .jpg o .gif e lascia che la magia accada. Coinbase si considera uno sportello unico per una vasta gamma di servizi. Gli editori suggeriscono in particolare la gestione degli asset digitali, l’investimento in NFT e la loro rivendita. La facilità d’uso differenzia questo fornitore dagli altri.

Nessuna competenza particolare per iniziare

Le piattaforme distribuiscono guide in modo che tu possa seguire il processo per creare il tuo NFT e sperare di venderlo a buon prezzo. Tieni inoltre presente che i token non si limitano alle arti grafiche. A volte possono assumere la forma di musica, canzone, gioco o oggetto virtuale 3D. Del resto nulla ti impedisce di trarre ispirazione da ciò che vedi intorno a te. Ad esempio, la scansione di un oggetto fisico può essere un inizio.

I token non fungibili devono essere consegnati sotto forma di file multimediale oltre ai consueti formati immagine. In ogni caso, devi prepararti alla possibilità di vendere la tua creazione a un buon prezzo. Nel frattempo, può rimanere nel tuo portafoglio elettronico. Questo portafoglio digitale viene utilizzato allo stesso tempo per immagazzinare Ethereum, quindi per pagare i costi sostenuti per il conio. Sono concetti alla portata di tutti. In breve, gli NFT non richiedono alcuna qualifica particolare.

4 passi da seguire per comprare e vendere

Quando si tratta di NFT, i passaggi da seguire rimangono semplici:

  1. Scegli la tua piattaforma di trading in base alle tue aspettative. Considera OpenSea, Known Origin o SuperRare per una migliore valutazione. Scegli un fornitore di servizi che opti per Ethereum per transazioni sicure.
  2. Configura il tuo portafoglio Metamask. Questa estensione si collega a Mozilla Firefox o Google Chrome senza problemi. Gli utenti mobili potranno godere della stessa facilità sui propri dispositivi iOS o Android.
  3. Copia il codice di apertura dal tuo portafoglio in un luogo sicuro. Si consiglia inoltre di annotarlo e di riporlo in una cassaforte fisica. Questo suggerimento darà filo da torcere agli hacker.
  4. Collega il tuo portafoglio digitale cliccando sul comando corrispondente. Una volta completato questo passaggio, puoi acquistare direttamente gli NFT. Potrai rivenderli immediatamente.

Costruisci un saldo disponibile in Ethereum

Relativamente stabile, Ethereum è la criptovaluta consigliata per investire in NFT, ma sono possibili altre scelte. Il procedimento per ottenerlo rimane pressoché uguale per tutti. Inizia andando su una piattaforma che offre token. Prendi OpenSea come esempio. Fornendo spiegazioni chiare, garantisce a Ethereum lo status di criptovaluta ufficiale anche se ne riconosce altre 150. Poi c’è Coinbase che dedica funzionalità al finanziamento di portafogli integrati.

Un consiglio è seguire le istruzioni di MetaMask. Questa estensione viene utilizzata proprio per gestire il denaro virtuale in modo sicuro per le tue transazioni Internet. Dopo aver finanziato il tuo account con Ethereum, è possibile iniziare ad acquistare i tuoi primi NFT. Concretamente, dovrai sfogliare il catalogo delle offerte della piattaforma che hai scelto. Fermati davanti all’oggetto o all’immagine che ti incuriosisce e fai l’acquisto.

Detenere i diritti sulle opere digitali acquisite

L’avvento degli NFT solleva il dibattito sul diritto d’autore nella creazione digitale. Stai tranquillo, i tuoi gettoni godono della stessa protezione dei capolavori dei dipinti o delle creazioni musicali. Dopo aver acquisito un token, puoi riprodurlo, copiarlo, trasformarlo e qualunque cosa tu voglia fare con esso. Nessuno però correrà il rischio di danneggiare un’opera unica nel suo genere. Spesso i creativi presentano documenti legali per ricevere una protezione adeguata.

Come acquirente, beneficerai di una clausola che ti autorizza a toccarlo, ma anche a rivendicare i tuoi diritti di proprietario. In altre parole, un contratto concreto dovrebbe proteggerti da qualsiasi copia o utilizzo illegale senza il tuo consenso. In Francia, i testi sulla proprietà intellettuale forniscono il quadro giuridico per qualsiasi opera d’arte digitale che sia stata oggetto di una dichiarazione ufficiale.

Inizia tu stesso a creare

L’NFT è soprattutto espressione di creatività. Si tratta di arte accessibile per la quale non esistono regole particolari da rispettare. Questa vasta area ti invita a sporcarti le mani, o meglio i software di grafica. Puoi provare a mostrare il tuo talento da qualsiasi applicazione di elaborazione di immagini, video o suono. I creativi di ogni provenienza sono sempre stati in grado di pubblicare il proprio lavoro. Con i token non fungibili, possono monetizzarli rapidamente. Dovresti considerare di diventare parte di questa comunità.

A lire également  Space and Time si propone di migliorare la trasparenza dei dati nel mondo dell'AI grazie al Web3

Grazie alla Blockchain e alle criptovalute, le opere d’arte 100% digitali vengono apprezzate da migliaia di altre persone. Il sistema attualmente in vigore protegge da qualsiasi tentativo di copiare o rubare immagini. I codici e le chiavi servono proprio a questo scopo. Come artista creativo, sarai in grado di raggiungere a tassa sulle rivendite del tuo lavoro. Ciò significa che ogni volta che l’immagine cambia di mano, intaschi l’8-10% della transazione in Ethereum. Ricorda che i tuoi guadagni cambiano a seconda della fluttuazione di questa criptovaluta.

Trovare il posto giusto per vendere

I creatori di NFT sono stati in grado di vendere le loro opere a caro prezzo in incontri che mettono in mostra il loro talento. A volte bisogna aspettare pazientemente una mostra o un’asta per sperare di vincere il jackpot. Coinvolgendo ingenti somme di denaro, questi incontri limitano lo scambio a due persone: un geniale creatore (o meno) e il ricco collezionista d’arte. Le transazioni possono essere effettuate anche virtualmente. La blockchain rende possibile la sicurezza delle transazioni.

A differenza dei dipinti e delle sculture in cui l’artista deve viaggiare fino all’inaugurazione della mostra, gli NFT sono venduti gratuitamente online. Il che ti evita di confrontarti con l’alta società, con intenditori d’arte a tutto tondo e altri esperti di ogni genere. Supererai la barriera linguistica, ma ricorderai comunque di lavorare sul tuo inglese. Un minimo di vocabolario sarebbe essenziale per contrattare quando necessario. Preparati ad affrontare le differenze di fuso orario se stai prendendo di mira il mercato NFT americano occidentale o giapponese.

Prepararsi per un’attività che comporta una certa spesa

Chiunque può cimentarsi nella creazione di NFT. D’altra parte, devi prevedere delle spese per avviare la tua nuova attività. Ti verranno chiesti soldi veri per acquistare criptovaluta. Piattaforme come OpenSea addebitano commissioni per vari servizi. Servizi come l’apertura di un conto, la creazione di collezioni, la creazione di loghi richiedono un compenso.

Da Metamask puoi eseguire diverse manipolazioni. Puoi scaricare immagini in diversi formati, in particolare con compressione jpg, png, gif, svg. È anche possibile trasferire contenuti audio sotto forma di file mp3. I video possono essere in mp4. Le scelte si estendono a webm, wav, ogg, glb e gltf. Qualunque cosa tu faccia, il token dovrebbe essere di dimensioni ragionevoli per essere manipolato ovunque. È necessario un volume inferiore a 100 Megabyte sul disco rigido. Un pacco può anche essere bloccato, cioè riservato per il suo destinatario.

Verifica l’autenticità di un token non fungibile

L’autenticità degli NFT è garantita dai metadati. Chiunque può controllare il registro delle transazioni con uno strumento come Etherscan.io. Tale tracciabilità è complementare al deposito del progetto presso gli uffici della proprietà industriale. Quindi, la blockchain prende il sopravvento garantendo la sicurezza dei token. In teoria, i token sono impossibili da replicare.

Per recuperare informazioni su un NFT, è necessario

  • Utilizza un blockchain explorer per verificare i metadati.
  • Trova la posizione dell’hash dell’NFT, ovvero dove si trova l’originale.
  • Controlla i file per vedere se il token è autentico.

Tutte queste laboriose procedure sono eseguite da professionisti che apportano autenticità agli NFT, ma anche alle criptovalute.

Evita di essere truffato

Per evitare di cadere preda dei truffatori, è meglio farsi accompagnare da uno specialista NFT. Sarebbe meglio affidare questo ruolo ad un broker consigliato da altre persone fidate. L’investitore che vuole trarre profitto da questa manna finanziaria dovrebbe imparare a controllare la storia dei token. Deve anche padroneggiare la nozione di blockchain e portafoglio virtuale. Le parole chiave con 12 o più lettere sono consigliate quando è necessario crearne una.

La trasparenza è un criterio di scelta quando si trova una piattaforma di transazione. Gli scambi NFT dovranno essere studiati con il senno di poi, preferibilmente con un esploratore EtherScan. È anche saggio scommettere su una blockchain di Ethereum. Lo strumento Metamask rimane uno dei migliori del settore perché è attrezzato per respingere gli attacchi di phishing. In ogni caso la pubblicità va presa con le pinze. La stessa cautela è richiesta per i siti con host dubbi.

Perseverare e concentrarsi sui benefici

Se sei interessato all’acquisto degli NFT sappi che questo gesto permette di sostenere la creatività e l’arte in generale. L’acquisizione di token ti aiuta a diventare proprietario della serie limitato. Questo è un ottimo inizio per costruire la tua collezione di opere uniche. Immagini o file audio o video vengono distribuiti su larga scala. Prenderlo in prestito per la pubblicazione di un libro o per l’utilizzo in un podcast potrebbe farti guadagnare una certa somma.

Sarà soprattutto la rivendita di un NFT a far guadagnare soldi ai collezionisti. Più è raro, migliore sarà la valutazione dell’opera. La sua costa può rapidamente raggiungere cifre da capogiro. “I primi 5.000 giorni” di Beeple vale 69 milioni di dollari. Si tratta di un semplice collage di diverse microimmagini. Nell’era degli influencer e dei social network, la scarsità in tutte le sue forme è una scommessa sicura. “Just seting my twttr”, il messaggio di Jack Dorsey, fondatore di Twitter, è stato venduto per tre milioni di dollari.

Comprendere il valore dei beni immateriali

In un mondo che cambia, gli NFT non fanno eccezione. Alcune persone acquistano vestiti o armi per il loro personaggio di un videogioco di ruolo. Altri sono disposti a pagare una fortuna per crearsi un’esistenza migliore nel Metaverso di Mark Zuckerberg. Così, voler rimanere unico proprietario di un’immagine realizzata in pochi minuti su Adobe Photoshop diventa “quasi” una banalità.

Indipendentemente da ciò, Ethereum è un investimento sicuro dopo la caduta di Bitcoin. Come gli avatar sui social network, gli NFT acquistano valore quando sono collegati alla realtà. Come i francobolli sulle grandi navi, i gettoni che parlano del basket NBA vanno a ruba tra gli appassionati di questa disciplina. Per l’acquirente, l’immagine o il file possono cristallizzare il suo orgoglio di essere l’unico proprietario di un oggetto che gli sta a cuore. Tanto meglio se con il tempo la sua valutazione migliorerà. Come nel mercato azionario, c’è sempre spazio per un po’ di speculazione.

Non commettere errori nella stima di un criptooggetto

Gli NFT hanno un certo parallelismo nella forma con l’arte classica. La notorietà dell’autore dà valore all’opera. La natura dell’immagine, il tempo necessario per la sua produzione, la sua storia e vari dettagli entrano nell’equazione. In ogni caso, spesso sono gli artisti a decidere il prezzo. Stampando o materializzando la sua opera, ne aumenta il valore almeno del 10%.

Non esiste una regola per stimare il valore di un oggetto virtuale. Tuttavia, la rarità è un importante punto positivo. Dovremo trovare una connessione con la realtà. Temi cari all’opinione pubblica attireranno più attenzione delle creazioni fantasmagoriche. Detto questo può succedere anche il contrario. Il numero CryptoPunk 5822 rappresenta una testa composta da poche centinaia di pixel, ma vale 23 milioni di dollari. Insomma, non c’è molta logica.

Prepararsi a tuffarsi in un mondo complesso

Esistono due tipi di acquirenti NFT. Alcuni fanno questo gesto per passione per le creazioni. Poi c’è chi considera questi token non fungibili come investimenti sicuri. Investono in oggetti immateriali il cui valore può evolvere in milioni di euro o precipitare nell’abisso da un giorno all’altro. Bisogna però riconoscere che si tratta di una tecnologia molto recente. Nonostante l’entusiasmo generale, la struttura non ha ancora mostrato i suoi limiti come ha fatto Bitcoin implodendo.

C’è un altro dettaglio da considerare. Dato che gli NFT si basano esclusivamente sulla criptovaluta, è possibile che tutto vada in pezzi nel giro di pochi giorni. Inoltre, i padri dell’informatica moderna non sono favorevoli ai token. Lo scorso giugno Bill Gate, ex capo della stessa Microsoft, ha espresso apertamente la sua opinione, mettendo in guardia gli utenti di Internet. In ogni caso, questa novità ha fatto diversi milionari. Con Ethereum scambiato a 1.652 dollari, potrebbe essere un buon momento per provare le criptovalute.

Dovresti investire in criptovaluta o NFT?

Basato sulla blockchain, l’NFT è inseparabile dalla criptovaluta. Entrambi si basano sugli stessi principi e attraggono gli stessi investitori. Va però sottolineato che i token non fungibili fanno parte di un vasto sistema che si basa sulle valute virtuali. Questi ultimi si liberano dalle banche, ma continuano a utilizzare il dollaro o l’euro. In poche parole, devi sempre pagare soldi veri per avviare un’attività nella finanza binaria.

È nella natura di qualsiasi investimento comportare qualche rischio. Spetta a tutti stabilire la linea rossa da non oltrepassare. Un’altra osservazione: a differenza delle valute di Internet, gli NFT non sono solo valori economici. Questi oggetti rappresentano altre attrazioni, in particolare per lo sviluppo della creatività. Soprattutto perché le immagini possono essere utilizzate nel mondo reale. Con le criptovalute, devi scambiare le tue criptovalute per guadagnare denaro che puoi spendere. Per gli NFT, il reddito arriva anche sotto forma di royalties, copyright, prezzi di vendita, ecc.

Una parola sulla recente volatilità degli NFT

I mercati NFT sono particolarmente volatili. Questa è una caratteristica comune dei valori crittografici. I media già da tempo parlavano di collasso, ma gli stessi giornalisti parlano anche di un entusiasmo duraturo tra il grande pubblico. A differenza delle criptovalute che vengono scambiate per migliaia di euro (1 Bitcoin vale 23.000 euro), gli NFT sono più accessibili. Con il calo del valore delle azioni, si prevede l’arrivo di nuovi investitori. Inoltre, esiste una vera e propria diversificazione delle offerte.

Gli analisti attualmente consigliano di osservare l’andamento del mercato prima di investire una grossa somma. Negli ultimi mesi è stato registrato un notevole calo, ma come nel caso delle criptovalute che crollano e poi salgono, la pendenza si riprenderà per gli NFT. Infine, sarebbe sempre meglio trovare una piattaforma di trading affidabile e investire lì i fondi a lungo termine. Basta consultare i dati storici di Ethereum per vedere che questa valuta virtuale guadagna principalmente gli investitori che le sono fedeli da diversi anni.

Ultimo consiglio prima di iniziare

Il valore di mercato degli NFT varia nel tempo. Per proteggerti da una certa volatilità, puoi diversificare il tuo portafoglio. Considera le opzioni quando fai acquisti. Non escludere la possibilità di firmare un contratto futures con il tuo broker. Ciò ti consente di impostare il valore che desideri importi per future acquisizioni e rivendite. È come una rete di sicurezza nel caso in cui il mercato crolli. Prova anche a vendere i tuoi NFT prima della scadenza dei contratti.

Sono possibili anche delle opzioni. Si tratta di clausole che ti danno il diritto di acquistare o vendere un bene ad un prezzo determinato in anticipo. Queste sottigliezze hanno il loro scopo. Valuta la possibilità di agire prima della scadenza. Ovviamente questi sistemi vanno a vantaggio soprattutto di chi investe nel medio e lungo termine. Questo è tutto, sai tutto, buona fortuna.

Sorare: iniziare al meglio nel gioco di carte online

consigli per giocare a Sorare
Se riesci a vincere le partite, le tue carte verranno migliorate e acquisiranno valore. Ciò ti consentirà di venderli più facilmente e ad un prezzo migliore rispetto a quello originale. Il gioco Sorare permette quindi di trascorrere tante ore divertendosi, ma anche di riuscire a realizzare un profitto.

È un gioco che piacerà a tutti gli appassionati di giochi di carte collezionabili, ma anche agli appassionati di giochi gestionali. Dovrai riuscire a mettere insieme una buona squadra, ma che si rivelerà sufficientemente completa per riuscirci sconfiggere altri giocatori. Se lo si desidera sarà anche possibile scambiare le carte con altri giocatori.